vdcit
  1. Escursioni
  2. Nebbiu
  3. Défilé du Lancone

Escursione nella gola del Lancone a Olmeta di Tuda

5/5 - 1 recensioni
Défilé du Lancone
5
1
7
r667991e08a653
25
vdic
Pubblicato il 10/06/2023 | Aggiornato 1 year ago
Défilé du LanconeVue BorgoPiton rocheuxEtang de BigugliaCoucher de soleil
Défilé du Lancone
12.9 km - 4h00 - Altitudine : 370 à 646m - Elevazione : 769m - Difficoltà : 3/5
Randonnée en MontagneAdapté aux chiensDéfilé du Lancone

Monte Pinzali - Alla base del Capo Corso

Defile du lancone Gola del Lancone à Olmeta di Tuda
Valle del BevincoValle del BevincoStrada LanconeSentiero escursionistico LanconeRocciaRocciarEscursione LanconePagliaghju LanconePagliaghjuEscursione vista BorgoVista Stagno di BigugliaVista BigugliaRocciar lanconeBigugliaTramonto bigugliaTramonto etang bigugliaTramonto

La gola del Lancone designa le gole del Bevinco che separano il Massiccio della Stella a sud, dal Monte Pinzali a nord, quest'ultimo segna la base della spina dorsale del Capo Corso.

L'itinerario inizia sopra i negozi e i nuovi residenziali del Col San Stefanu, poi svoltando a destra al livello del serbatoio. Il terreno è fatto di rocce e vegetazione rada che si intensifica verso la fine del percorso. Il sentiero è di terra con passaggi rocciosi, perfettamente praticabile e anche percorsi da veicoli a motore.

La difficoltà è media e risiede quasi esclusivamente nella lunghezza del percorso. Calcola almeno 4 ore per completare tutto. Tuttavia, c'è la possibilità di dividere il percorso in due lasciando un'auto sulle colline a Biguglia.

Punti notevoli del sentiero

Il panorama è unico e apprezzabile lungo tutto il percorso con una vista aperta sulla valle del Bevinco che culmina con una vista sul Mar Tirreno e lo stagno di Biguglia sovrastato da imponenti pitoni rocciosi. Si sente appena, a seconda della situazione, il rumore dei motori delle auto che salgono e scendono il Lancone.

Inoltre, in lontananza, si possono vedere i pagliaghji che testimoniano la vita pastorale di un tempo, e si attraversano piccoli ruscelli.

Antica strada dei mulattieri

Era questo stesso sentiero sul versante sud del Monte Pinzali che una volta usavano i nebbiulinchi per raggiungere la città. Un sentiero tracciato dai mulattieri che si distingue perfettamente al bivio di Rutali scendendo dal Col d'a Madonna di e Piane verso l'Ortale. Una volta, permetteva di comprare beni mancanti come zucchero, sale, spezie ma anche di vendere produzioni e fare commercio.

La strada della gola del Lancone

Nel luogo chiamato Olmeta di Tuda, Lancone indica anche la D62, che fu la prima strada a collegare i villaggi del Nebbiu alla costa di Bastia, una strada carica di storia, a volte drammatica, costruita in condizioni difficili a fianco della montagna fino ad una roccia ripida in riva al precipizio.

La gola del Lancone è naturalmente diventata una tappa del rally per il suo paesaggio estremo e le sue rocce sospese, con le sue strade strette e tortuose.

Carte IGN et dénivelé - Défilé du Lancone

Cartes générées par VisoRando.com

Altre escursioni nella zona